Ambienti

Sala Malatesta

Ai Malatesta di Rimini, già signori di Pennabilli e Verrucchio, è intitolata questa sala del ristorante.
Un’insieme di volte e archi movimentano armonicamente il piccolo salone.
Leggeri sospiri di luce filtrano nell’ambiente attraverso caratteristiche “bocche di lupo” che ornano la parte superiore del soffitto.
In basso, appissolate sul terreno, riposano la stufa del “Vecchio Autunno” e la stufa dei “Ricordi Perduti”.
L’impronta lasciata dalla famiglia Malatesta è profonda. Cominciata con Malatesta II, il “Mastin Vecchio” come lo chiama Dante, nella seconda metà del XIII secolo, l’egemonia della dinastia si perpetuò ininterrotamente fino all’inizio del XVI secolo.